Errori da non ripetere con i figli

Errori genitoriErrori da non ripetere con i figli. Spesso i genitori si comportano con i propri figli come i loro genitori, anche se hanno giurato di non farlo.

 

 

Genitori che hanno paura dei figli, che temono di dire “no”, genitori che hanno difficoltà a insegnare la buona educazione, genitori che sottovalutano le capacità  dei propri figli di apprendere le norme della buona educazione, genitori troppo permissivi che utilizzano un po’ troppo le scorciatoie tecnologiche per intrattenere i piccoli…

 

Insomma, oggi essere genitore sembra più complicato che nel passato, ma, per fortuna è possibile essere genitori sufficientemente buoni frequentando i laboratori di ascolto empatico e comunicazione efficace .

 

Pubblichiamo molto volentieri un articolo tratto dal sito La Casa della Copia del Prof. Andrea Pagani

 

Errori da non ripetere con i figli. Perché mi comporto con mio figlio come i miei si comportavano con me, anche se allora io ne soffrivo”?

 

Questa è una delle domande più ricorrenti che mi viene rivolta da clienti che hanno delle difficoltà a gestire il proprio rapporto con i figli.

 

Il nostro modo di essere genitori è profondamente influenzato dalla nostra storia e cioè dal significato che abbiamo dato alle nostre esperienze infantili che, ad oggi, continuano a influenzare la nostra vita e l’atteggiamento che abbiamo nei confronti dei nostri figli.

 

Lo sviluppo della personalità di un individuo è influenzato da vari fattori (genetica, temperamento, salute, ambiente) ma, principalmente, dipende dalla relazione che egli ha avuto, fin dai primi anni di vita, con la sua figura significativa di attaccamento (madre, caregiver).

 

L’autostima, l’intelligenza emotiva, le capacità cognitive e sociali, si formano sulla base di queste relazioni precoci di attaccamento che, a loro volta, sono direttamente influenzate dalle modalità con le quali i genitori sono in grado di riflettere la loro storia.

 

I ricordi emozionali, comportamentali, percettivi e somatici possono continuare a emergere e ad interferire, significativamente, con la propria vita e nel rapporto con i propri figli.

 

Ciò significa che se i genitori non affrontano le loro questioni irrisolte o lasciate in sospeso, tenderanno a comportarsi con le uniche risposte reattive che conoscono e cioè con quelle che i loro genitori adottavano con loro.

 

Non saranno in grado di ascoltare i propri figli, perché l’unico rumore di fondo che riusciranno a sentire sarà quello delle loro esperienze passate.

 

La conseguenza sarà, non solo quella di perdere l’opportunità di essere genitori migliori, ma anche quella di cambiare e di continuare a crescere.

 

Conoscere e comprendere la propria storia può aiutare a liberarsi dai modelli del passato (che imprigionano nel presente), offrendo la possibilità di avere una scelta più ampia e flessibile di risposte da dare ai propri figli e, quindi, di costruire una relazione più efficace e soddisfacente, aiutandoli a crescere in maniera ottimale.

 

Non si può cambiare ciò che è accaduto nel passato, tuttavia si può cambiare il proprio modo di pensare a quegli eventi.

 

Ciò consentirà di essere buoni genitori, anche se i propri non lo sono stati.

 

Barbara Ceccaglia

errori da non ripetere con i figli

Vedi inoltre:

Trentenni ancora genitori dipendenti
Trentenni ancora genitori dipendenti. Molti trentenni sono ancora genitori dipendenti incapaci di pr...
Figli adolescenti genitori disorientati
Figli adolescenti genitori disorientati. I genitori dei figli adolescenti sono chiamati ad assumere ...
Capricci dei bambini usare fermezza e calma
Capricci dei bambini usare fermezza e calma. I bambini fanno capricci per attirare l'attenzione degl...
Bullismo prevenire è meglio che curare
Bullismo prevenire è meglio che curare. Regole, ascolto e affetto aiutano a prevenire comportamenti ...
Adolescenti preoccupazioni e risorse
Adolescenti preoccupazioni e risorse. Figli adolescenti fonte di preoccupazioni ma anche di risorse ...
Come farsi Ubbidire dai bambini
Come farsi ubbidire dai bambini. Ascoltare un bambino, accettarlo senza volerlo cambiare sembra la s...
Bambini italiani sempre meno autonomi
  Bambini italiani sempre meno autonomi. Bambini italiani sono meno autonomi negli spost...
Bambino narcisista e ipercompetitivo
  Bambino narcisista e  ipercompetitivo. La competizione è innata, rafforza l’autostima ...
Le 8 cose da sapere per essere un genitore non perfetto ma “sufficientemente buono”
Il genitore perfetto non esiste e meno male! Per lo psicanalista Donald Winnicot un genitore dev...
5 Modi di Aiutare un Bambino Ipercompetitivo
5 Modi di Aiutare un Bambino Ipercompetitivo.   La competizione è innata, rafforza l’au...

I commenti sono chiusi.