Chi siamo

Chi_siamoSiamo un gruppo di persone e di professionisti che credono nel valore dell’empatia, nel rispetto dei sani valori umani e nel

“Sapere, Saper Fare, Saper Essere”

uniti per costruire insieme un mondo senza violenza, degrado, corruzione, convinti di poterlo fare rivolgendoci agli adulti di riferimento dei bambini:

genitori e insegnanti, giovani, media, marketing, cittadini.

                                         A partire da un bambino per volta

MISSIONE. Fare formazione e prevenzione a partire dalla famiglia e dalla scuola,  senza trascurare gli altri ambienti lavorativi, sportivi, sociali, per informare, dare sostegno, facilitare la socializzazione e la convivenza, la vita sana, l’amore e il rispetto per la natura e per le creature viventi. Perché il futuro non siamo solo noi e le nuove generazioni, ma anche tutti coloro che ci circondano, la terra sulla quale camminiamo, l’aria che respiriamo.

 

PER RAGGIUNGERE  la nostra Missione abbiamo elaborato il Progetto Comunichiamo PositivaMente.

 

LA ONLUS è stata fondata con atto notarile Mingiardi 5/2009 ed è iscritta al Registro del Volontariato con Det.2637/2009.

PERCHE’ BAMBINO OGGI…UOMO DOMANI?

I bambini imitano…per questo siamo convinti che trasmettere ai loro adulti di riferimento le competenze per relazionarsi in modo costruttivo con gli altri, significa permettere si, agli adulti stessi di affrontare le situazioni di stress della vita, ma anche fare crescere i bambini di oggi con le abilità per la vita empatiche, relazionali e cognitive necessarie per diventare uomini capaci di operare con competenza, sia sul piano individuale che su quello sociale.

 

Un po’ di storia

L’idea è nata nel 2000 e il titolo originario del progetto “I bambini prima di tutto”, è stato modificato successivamente in “Il Bambino di Oggi è l’Uomo di Domani”, “Genitori a…Scuola” ed infine  “Comunichiamo PositivaMente”.

 

Intervista a Orietta Matteucci presidente di “Bambino Oggi…Uomo Domani” Onlus: sono la Presidente della Onlus, ma prima di tutto sono una madre che ha cresciuto i propri figli pensando più alle regole, all’ordine, all’efficienza che ad ascoltare le loro emozioni, all’esprimere le mie emozioni e preoccupazioni di madre…questo avevo appreso da mia madre e questo ho ripetuto. Mi sembrava tutto giusto e tutto perfetto, ma… presto sono apparse le prime difficoltà. All’improvviso mi sembrava di non capire più i miei figli, eppure ricordavo perfettamente quando riuscivo a decifrare il loro pianto e attraverso l’intensità capivo il loro bisogno di essere sfamati, accuditi, coccolati…come mai più crescevano, più non riuscivo a comunicare con loro? Non riuscivo più a comunicare neppure con il mio partner! La curiosità mi ha spinto a intraprendere studi psicologici, umanistici e sociali, a confrontarmi con altri genitori e non solo con loro. Le difficoltà le avevamo in molti e si parlava sempre più di figli ribelli, di bullismo, fenomeni di disadattamento dei bambini e poi dei giovani e degli adulti, della crisi della famiglia, della coppia, della scuola, del lavoro, della società.

 

 

LA NOSTRA SQUADRA

Presidente Orietta Matteucci

Vice Presidente Marco Luigi Santelli

Direttore Scientifico prof. Andrea Pagani docente della Scuola Quadriennale di Specializzazione in Psicologia Clinica di Comunità e Psicoterapia Umanistica Integrata

Segretario Maria Gabriella Pezzola

Tesoriere Anna Maria Paganini

Redattore del Bilancio Massimo Magistri commercialista

Collegio Revisori Raffaele De Giulio (presidente), Anna Castrignanò, Luigi Esposito

Collegio Probi Viri Dr. Carlo Enrico Bazzani giornalista parlamentare (presidente), Avv. Stefano Merico Diritto industriale e Proprietà intellettuale, Dr. Paolo Madonna medico clinico.

L’Associazione Bambino Oggi…Uomo Domani è aperta a chiunque condivida i saldi principi di solidarietà, tolleranza, cooperazione.

Ne possono fare parte tutti coloro che si riconoscono nello Statuto e che intendono collaborare per il raggiungimento degli obietivi e finalità prefissate.

************************

Sono grata alla Vita per la generosità di cui mi ha onorato;
sono grata ai Maestri per avermi guidato nell’evoluzione della conoscenza del mio sé e nella difficile pratica del saper essere,
sono grata a mia madre e a mio padre grazie ai quali esisto,
sono grata a me stessa per la perseveranza e la tenacia necessarie alla mia trasformazione e
sono grata ai miei figli per avermi dato il coraggio di mettermi in gioco.